Il primo episodio del 2012 di Gaming Effect è un lunga ed articolata retrospettiva sull’anno che si è appena concluso.

Il 2011 ha rappresentato un anno molto importante, dimostrando che il videogioco è riuscito a resistere alla crisi dilagante, rimanendo ai vertici per quanto riguarda l’industria dell’intrattenimento.

E’ stato anche un anno ricco di eventi, dal terribile terremoto che ha colpito il Giappone, ai numerosissimi team che sono stati chiusi da publisher sempre più affamati di successo, fino ad arrivare al celebre caso di hacking del Playstation Network, che ha tenuto con il fiato sospeso moltissimi appassionati.

Abbiamo quindi deciso di ripercorrere l’annata passata mese per mese, citando i titoli usciti, sia quelli più importanti che altri, magari minori ma altrettanto meritevoli di nota, discutendo di tutti i fatti più rilevanti, basandoci su un’attenta ricostruzione e sui nostri ricordi.

 

Approfondimenti:

Link all’articolo su Everyeye e relativa discussione nel forum.

Intermezzi musicali:

  • Are You There, dalla colonna sonora di Dead Space 2 (4:00)
  • Il tema principale di Bulletstorm (15:08)
  • World Ghetto, brano composto da High Frequency Bandwidth per Pixeljunk Shooter 2 (30:58)
  • TEST da Portal 2 (44:33)
  • Crash Tactics dei 65daysofstatic, una delle tracce presenti in Dirt 3 (1:00:50)
  • Matrix dei Jenky Rockets, brano presente in Child of Eden (1:13:07)
  • A Proper Story, brano tratto da Bastion (1:30:34)
  • Icarus, il tema principale di Deus Ex Human Revolution (1:45:00)
  • Il brano che apre Dead Island (1:58:52)
  • Burning Jacob’s Ladder di Mark Lenegan, presente nei titoli di cosa di Rage (2:13:45)
  • Il nuovo arrangiamento del brano Nate’s Theme incluso in Uncharted 3 (2:24:10)
  • L’accompagnamento sonoro dei credits di Infinity Blade II (2:36:56)
  • Nameless Song, dalla colonna sonora di Dark Souls (2:47:46)